You are currently viewing Il caffè fa male?

Il caffè fa male? Scopriamo tutti i pro e i contro.

Il caffè fa male? Scopri quali sono i pro e i contro del caffè. Tutti i principali benefici e svantaggi del caffè!

Il caffè è stato elogiato e deriso per secoli. È stato accusato di causare impotenza e follia, altre volte una cura per la pigrizia o “dono dal cielo”.

Roba pesante Ma quali sono i pro e i contro del caffè attuali e scientificamente provati che conosciamo oggi?

INDICE:

Il caffè è la bevanda caffeina consumata più popolare al mondo. E con il suo gusto delicato e unico, il caffè porta una miriade di benefici per la salute sul tavolo.

Alcune persone, tuttavia, sono convinte che questa bevanda umile porti niente di meno che uno stato alterato innaturale e un ingannevole senso di energia …

Facciamo un tuffo nel mondo del caffè e analizziamo i contro e i pro di questa bevanda.

La caffeina, la sostanza psicoattiva più consumata al mondo, è l’ingrediente più conosciuto del caffè.

I suoi effetti benefici sul corpo umano sono stati studiati abbastanza bene, ma il caffè nel suo complesso è una bevanda complessa con mille sostanze diverse.

Alcuni studi sostengono che il caffè decaffeinato e il caffeina possono avere gli stessi effetti sulla salute e suggerire che non è la caffeina a essere responsabile della maggior parte dei benefici per la salute del caffè.

La ricerca sul caffè e i suoi pro e contro per gli umani non sono quasi finiti, ma ecco un elenco di ciò che sappiamo al momento:

12 Benefici del caffè.

  1. Il caffè aumenta la tua prestazione fisica. Avere una tazza di caffè nero circa un’ora prima dell’allenamento e le prestazioni possono migliorare dell’11-12%. La caffeina aumenta i livelli di adrenalina nel sangue.

    L’adrenalina è l’ormone “lotta o fuga” del tuo corpo che ti aiuta a prepararti per lo sforzo fisico.
  2. Il caffè può aiutarti a perdere peso. Il caffè contiene magnesio e potassio, che aiuta il corpo umano a usare l’insulina, regolando i livelli di zucchero nel sangue e riducendo il desiderio di dolcetti e snack zuccherini.
  3. Il caffè ti aiuta a bruciare i grassi. La caffeina aiuta le cellule adipose ad abbattere il grasso corporeo e ad usarlo come carburante per l’allenamento.
  4. Il caffè ti aiuta a mettere a fuoco e stare all’erta. L’assunzione moderata di caffeina, 1-6 tazze al giorno, aiuta a focalizzare e migliorare la prontezza mentale.
  5. Il caffè riduce il rischio di morte. Gli studi hanno dimostrato che il rischio complessivo di morte prematura da parte del bevitore di caffè è inferiore del 25% rispetto a chi non beve caffè.
  6. Il caffè riduce il rischio di cancro. Uno studio ha dimostrato che il caffè può ridurre il rischio di sviluppare il cancro alla prostata negli uomini del 20% e il cancro dell’endometrio nelle donne del 25%.

    Le persone nel gruppo di prova bevevano quattro tazze di caffè al giorno. La caffeina può anche prevenire lo sviluppo di carcinoma a cellule basali, il tipo più comune di cancro della pelle
  7. Il caffè riduce il rischio di ictus. Il consumo ragionevole di caffè (2-4 tazze al giorno) è associato a un minor rischio di ictus.
  8. Il caffè riduce il rischio di malattia di Parkinson. Gli studi hanno dimostrato che il consumo regolare di caffè diminuisce del 25% il rischio di malattia di Parkinson. Ci sono prove che il caffè provoca attività nella parte del cervello colpita dal morbo di Parkinson.
  9. Il caffè protegge il tuo corpo. Il caffè contiene molti antiossidanti, che funzionano come piccoli guerrieri che combattono e proteggono dai radicali liberi all’interno del corpo.
  10. Il caffè può ridurre il rischio di diabete di tipo II. La caffeina diminuisce la sensibilità all’insulina e altera la tolleranza al glucosio, quindi riduce il rischio di diabete di tipo 2.
  11. Il caffè protegge il tuo cervello. Alti livelli di caffeina nel sangue riducono il rischio di malattia di Alzheimer. Riduce anche il rischio di demenza.
  12. Il caffè illumina il tuo umore, aiuta a combattere la depressione e riduce il rischio di suicidio. La caffeina stimola il sistema nervoso centrale e aumenta la produzione di neurotrasmettitori come la serotonina, la dopamina e la noradrenalina, che elevano il tuo umore.

    Due tazze di caffè al giorno prevengono il rischio di suicidio del 50%.

Scopri le migliori macchine da caffè.

Livelli energetici migliorati.

Cominciamo con l’ovvio: il caffè può aiutare le persone a sentirsi meno stanche e ad aumentare i livelli di energia. Questo perché contiene uno stimolante chiamato caffeina.

Come accennato prima, la caffeina ad una cellula nervosa assomiglia ad adenosina e quindi si lega ai recettori dell’adenosina. Pertanto, all’aumentare del tasso di attivazione dei neuroni, aumenta il tasso di attività cellulare.

Ciò aumenta anche le prestazioni atletiche a causa della riduzione dei DPI (valutazioni dello sforzo percepito) e della promozione della demolizione delle cellule di grasso per il carburante.

Vale la pena notare tuttavia che, sebbene la prontezza mentale aumenti, la funzione cognitiva non migliora necessariamente.

La caffeina blocca un neurotrasmettitore inibitorio nel cervello, che porta a un effetto stimolante, migliorando l’attività cellulare e aumentando i livelli di energia e le prestazioni atletiche.

Nutrienti essenziali.

I chicchi di caffè contengono una gamma di sostanze nutritive essenziali e sono ricchi di antiossidanti.

Alcuni nutrienti all’interno del caffè includono:

  • Vitamina B2
  • Vitamina B6
  • Potassio
  • Manganese
  • Magnesio
  • niacina

Questi nutrienti, insieme al suo contenuto di antiossidanti, aiutano a combattere il danno dei radicali liberi, che è attribuito a una maggiore immunità, a tassi più bassi di stress ossidativo e probabilmente a una ridotta probabilità di sviluppare alcune malattie.

I chicchi di caffè contengono una quantità di sostanze nutritive, molte delle quali hanno un effetto antiossidante sul corpo. Ciò ha dimostrato di ridurre la prevalenza della malattia e il lento stress ossidativo nel corpo.

Alzheimer e morbo di Parkinson.

La malattia di Alzheimer è la più comune malattia neurodegenerativa e la principale causa di demenza in tutto il mondo.

La malattia di Parkinson è la seconda malattia neurodegenerativa più comune ed è causata dalla morte dei neuroni generatori di dopamina nel cervello. Entrambe le malattie non hanno cura, il che rende la prevenzione un obiettivo importante.

Diversi studi hanno dimostrato che i bevitori di caffè hanno un rischio inferiore di contrarre la malattia di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

Quando il caffè decaffeinato è stato sperimentato in studi simili, gli effetti sono stati minimi, concludendo che la caffeina è l’ingrediente che ha questi benefici positivi.

Vi sono alcune prove che suggeriscono una relazione inversa tra il consumo di caffè e la prevalenza del morbo di Alzheimer e di Parkinson.

Cioè, il consumo regolare di caffè è legato al rischio ridotto di sviluppare il morbo di Alzheimer e di Parkinson.

Prevenzione, controllo del diabete di tipo 2.

Emergenti evidenze epidemiologiche indicano che il consumo di caffè può ridurre il rischio di diabete di tipo 2.

Le prove hanno suggerito che la caffeina diminuisce la sensibilità all’insulina e altera la tolleranza al glucosio, riducendo quindi il rischio di diabete di tipo 2.

È interessante notare che il caffè decaffeinato ha anche effetti significativi sulla glicemia e sulla risposta insulinica, dimostrando che questo basso rischio non è spiegato solo dal contenuto di caffeina nel caffè.

Altre spiegazioni includono l’alto contenuto di polifenoli del caffè.

Il consumo di caffè è stato collegato al rischio ridotto di diabete di tipo 2. Questo non è attribuito esclusivamente al contenuto di caffeina, ma anche a sostanze chimiche come il polifenolo, che hanno dimostrato di avere effetti profondi sulla nostra risposta al glucosio.

Perdita di peso.

Possibili teorie su come la caffeina possa influire sul peso includono:

  • Soppressione dell’appetito
  • la caffeina può temporaneamente ridurre il desiderio di mangiare
  • Brucia calorie: la caffeina può stimolare la termogenesi (un metodo utilizzato dall’organismo per generare calore ed energia dalla digestione degli alimenti).

Tuttavia, c’è ancora ogni piccola prova per suggerire che la caffeina porti a una significativa perdita di peso a lungo termine.

Sebbene la caffeina nel caffè possa aumentare il metabolismo basale a breve termine, non fare affidamento sulla tua moka mattutina con tre zuccheri e un colpo al caramello per spargere i chili.

Umore migliorato.

Comprendiamo che il primo sorso di quel latte caldo e cremoso al mattino può capovolgere il cipiglio quando nient’altro può farlo. Oltre agli effetti sensuali immediati, tuttavia, la caffeina nel caffè può fungere da modulatore per il rilascio di acetilcolina e serotonina – le molecole felici!

Questi effetti possono anche durare a lungo. Diversi studi longitudinali hanno rilevato che il rischio di depressione diminuisce con l’aumento del consumo di caffeina. Il consumo di caffè decaffeinato non è stato associato a un ridotto rischio di depressione.

A dosi da basse a moderate, la caffeina nel caffè ha un effetto psicostimolante, come un miglioramento delle prestazioni psicomotorie, aumento della vigilanza e aumento dell’eccitazione. Studi a lungo termine hanno suggerito la capacità del caffè di ridurre il rischio di sviluppare depressione.

Riduzione del cancro.

Le prove di montaggio indicano che il consumo di caffè può proteggere contro alcuni tipi di cancro, in particolare il cancro del fegato, del colon-retto e del cavo orale / faringeo.

La ricerca è ancora necessaria per chiarire i meccanismi biologici con cui il caffè potrebbe aiutare a proteggere da questi tumori.

Scopri le migliori macchine da caffè Nespresso del 2021

6 Svantaggi e rischi per chi beve il caffè.

  1. Il caffè cattivo può essere tossico. Il caffè di cattiva qualità può avere molte impurità, che possono causare malessere, mal di testa o un brutto presentimento.

    Questo può accadere se il caffè è fatto con chicchi che sono stati strappati o altrimenti rovinati. Anche un chicco in rovina può rendere tossica la tua tazza. Se investi e acquisti caffè di alta qualità e specialità, non devi preoccuparti di questo.
  2. Il caffè può ucciderti. Sì, se bevi 80-100 tazze (23 litri) in una breve sessione. Questa dose è letale e ammonterà in 10-13 grammi di caffeina all’interno del corpo. Prima di raggiungere questo punto, tuttavia, vomiterete la maggior parte di esso poiché 23 litri di liquido sono molto. Anche bere 23 litri di acqua può ucciderti.
  3. Il caffè può causare insonnia e irrequietezza. Di nuovo, è la caffeina che lavora qui. La quantità massima raccomandata di caffeina è di 400 milligrammi, all’incirca la quantità che si ottiene da 4 tazze di caffè. Se sei sensibile alla caffeina, fai attenzione con il caffè.

    Probabilmente siete già a conoscenza di quale quantità e di quale tipo di caffè si adatta o non vi soddisfa. La quantità di caffeina che è sicura per il consumo umano è in realtà scritta nel nostro DNA.
  4. Non bere più di una tazza al giorno se sei incinta. Gli studi sull’effetto del caffè su un feto sono stati controversi, ma una cosa è certa: se bevi caffè durante la gravidanza, la caffeina raggiungerà anche il feto, e il tuo bambino è molto sensibile alla caffeina.

    Quindi, se sei un bevitore di caffè pesante e non riesci a smettere di berlo mentre sei incinta, almeno riduci l’assunzione di caffè a una tazza al giorno.

    Se si dispone di colesterolo alto, si prega di scegliere il caffè filtrato. I chicchi di caffè contengono cafestol e kahweol, due ingredienti che sembrano aumentare i livelli di colesterolo LDL.

    Filtrare il caffè intrappola la maggior parte del LDL, ma cafestol e kahweol si trovano in caffè espresso, caffè turco, stampa francese e “caffè cotto” in stile scandinavo.
  5. L’assunzione di LDL da una tazza di caffè espresso è ancora così piccola, che per le persone con livelli normali di colesterolo, non sarà a rischio. Ci sono anche alcuni studi nelle fasi preliminari della diagnosi che hanno trovato segni che cafestol e kahweol possono avere alcuni benefici effetti anti-cancro ed essere buoni per il fegato.
  6. Il caffè per i bambini, può aumentare il bagnare il letto. Un sondaggio ha riportato che il consumo di caffeina di bambini di 5-7 anni può aumentare l’enuresi a causa di una pipì a letto.

Se hai il colesterolo alto o sei sensibile alla caffeina, incinta o un bambino (o un genitore di uno), dovresti prestare attenzione al bere il caffè.

Per gli altri, un caffè ragionevole (1-6 tazze al giorno) può essere buono per te. Può prevenire gravi malattie, potenziare la mente e i muscoli e persino aiutarti a perdere peso. Ricorda, finché bevi tossina libera, specialità caffè e fai il pieno con cura, puoi e dovresti godertela sapendo che è un bene per te.

Insonnia.

Cominciamo con l’ovvio: l’insonnia. La maggior parte delle persone sa che il caffè contiene naturalmente caffeina.

Quando la caffeina viene consumata in cibo o bevanda, cambia il modo in cui il cervello e il corpo lavorano a causa della sua somiglianza molecolare con una sostanza chimica nota come adenosina.

Nel cervello, l’adenosina agisce sul sistema nervoso centrale come un depressivo (cioè ti fa sentire stanco).

Per una cellula nervosa, la caffeina si presenta come l’adenosina (in quanto ha una struttura chimica simile) e quindi compete con l’adenosina per legarsi ai recettori dell’adenosina.\

A differenza dell’adenosina, tuttavia, non diminuisce l’attività della cellula. Quando la caffeina si lega al recettore, l’attività del SNC aumenta, stimolando la ghiandola pituitaria e portando al rilascio di adrenalina e dopamina.

A causa dei suoi effetti sul sistema nervoso, il consumo regolare di caffè, in particolare 3-6 ore prima di andare a dormire, è stato collegato a disturbi del sonno significativamente disturbati.

La versione expresso: il caffè è stato collegato a schemi di sonno distribuiti, in particolare se consumati 2-6 ore prima del sonno.

Aumento di ansia e depressione.

I recettori dell’adenosina nel tuo cervello regolano come una persona si occupa di stress e ansia. Poiché la caffeina si lega ai recettori dell’adenosina, si ritiene che interferisca con la regolazione dell’ansia.

Alcune persone possono essere più sensibili agli effetti di ansietà e depressione della caffeina puramente basati sulla capacità di limitazione dei recettori dell’adenosina.

Le persone con più recettori di adenosina A2 (invece della A1), ad esempio, potrebbero sperimentare una maggiore ansia quando consumano caffeina a causa dell’incremento del legame con la caffeina. Le persone in uno stato già ansioso potrebbero essere soggette a attacchi di panico in piena regola.

Le persone inclini all’ansia e alla depressione hanno mostrato di mostrare sintomi esacerbati quando hanno consumato caffè con caffeina.

Aumento colesterolo nel sangue.

I chicchi di caffè contengono catecolo e kahweol, due ingredienti che sembrano aumentare i livelli di colesterolo LDL.

Sebbene l’assunzione di LDL da una tazza di caffè sia molto piccola, coloro che hanno già LDL elevato nel sangue devono essere prudenti. Alti livelli di colesterolo LDL sono collegati a malattie cardiache e ictus.

Molecole nel caffè come il catecolo e il kahweol hanno dimostrato di aumentare il colesterolo nel sangue nel sangue quando consumato in grandi quantità. Le persone con livelli di colesterolo nel sangue sani che consumano caffè in quantità moderate non sono preoccupanti.

Se hai avuto il tempo di leggere tutto questo articolo (grazie!), Condividilo in modo che anche i tuoi amici lo facciano bene.

Assorbimento minerale ridotto.

La caffeina nel caffè ha dimostrato di contribuire all’esaurimento dei minerali e / o all’assorbimento ridotto. In particolare, la caffeina è stata collegata ad un aumento dell’escrezione di calcio, che potrebbe portare all’osteoporosi in età più avanzata.

Allo stesso modo, anche il caffè influisce negativamente sull’assorbimento di ferro da parte del tuo corpo.

Alcune prove suggeriscono addirittura che consumare caffè insieme a un pasto contenente ferro può ridurre l’assorbimento di ferro del corpo fino al 50%.

Allo stesso modo, il caffè può anche esaurire il magnesio, un minerale fondamentale che funziona con calcio e vitamina D per facilitare la contrazione muscolare, aiutare nella produzione di energia e svolge un ruolo importante nelle reazioni enzimatiche.

La caffeina aumenta l’escrezione di calcio e ha dimostrato di ridurre l’assorbimento di ferro e magnesio se consumato con pasti contenenti ferro e magnesio.

  • Categoria dell'articolo:Approfondimenti
  • Tempo di lettura:14 mins read