Al momento stai visualizzando Caffè d’orzo

Caffè d’orzo, proprietà e benefici

Caffè d’orzo, scopri che cos’è, tutte le proprietà ed benefici di questa variante di caffè.

Che cos’è?

Il caffè d’orzo è una tipica bevanda calda molto apprezzata in Italia; parliamo di un vero e proprio sostituto del classico caffè, che però non contiene caffeina.

L’orzo comune è un’erba naturale selvatica, appartenente alla famiglia delle Graminaceae; è una delle specie economicamente più importante tra quelle coltivate, poiché è da essa che si ricava l’orzo alimentare.

L’orzo rientra tra le piante più antiche che l’uomo ha iniziato a coltivare: i romani e greci ad esempio utilizzavano l’orzo per la preparazione di pane e zuppe, in più questo cereale rappresentava anche uno dei più apprezzati per l’alimentazione dei soldati e dei gladiatori.

Il caffè d’orzo si ottiene grazie all’infusione dell’orzo tostato e poi macinato, inoltre può essere preparato utilizzando le classiche caffettiere per il caffè espresso, oppure sciogliendo l’orzo in polvere (orzo solubile) in un recipiente con acqua bollente.

I migliori del 2022

Caffè d’orzo solubile

Caffè d’orzo in cialde

Caffè d’orzo in capsule

Come si ottiene?

La pianta dal quale si ottiene il cereale dell’orzo nasce nelle zone dell’attuale Giordania, Israele e Siria, mentre solo alcune forme di grano hanno origini provenienti dalla Cina.

L’orzo è capace di adattarsi a caratteristiche ambientali molto diverse tra loro e può essere coltivato a temperature che variano dai 35-40 °C sino alle minime tipiche del circolo polare Artico.

La sua adattabilità permette a questa pianta di essere coltivata anche durante periodi di estrema siccità con scarsi apporti idrici.

Le spighette di questa particolare pianta sono di forma esagonale con un albero che può raggiungere i 10 cm; queste poi maturano le cariossidi di orzo comune entro luglio-agosto, che vengono poi utilizzate dagli esseri umani.

L’orzo si ottiene dai semi seguendo diverse fasi.

Innanzitutto gli acheni vengono accuratamente pelati dalla buccia, successivamente vengono frantumati in modo che rimangano solo i nuclei rimangano con i resti delle membrane, infine vengono levigati l’uno contro l’altro, ottenendo granuli arrotondati di colore bianco o virante al giallo.

Come si prepara?

Il primo step per preparare la polvere di caffè d’orzo è rappresentato dalla tostatura dell’orzo che può avvenire seguendo tre diverse modalità: in forno ad una temperatura non superiore ai 170-180°, nel tosta caffè reperibile nei mercatini o fiere antiquarie, anche se ormai praticamente introvabili, infine si può utilizzare la classica padella cercando di tenere il fuoco non molto alto e rigirando spesso i chicchi per evitare di bruciarli.

Una volta conclusa la tostatura i chicchi si passano nel macina caffè, dal quale si ottiene la polvere di orzo.

Esistono però altri modi per preparare il caffè d’orzo, andiamo a scoprire insieme quali sono i più comuni.

Come è stato accennato precedentemente il caffè d’orzo può essere preparato proprio come il caffè tradizionale: utilizzando una semplice moka.

In questo caso è opportuno utilizzare una minore quantità d’orzo, poiché la polvere potrebbe creare una maggiore pressione all’interno della moka rispetto alla polvere di caffè.

Sebbene non sia la modalità di preparazione più indicata per il caffè d’orzo, è possibile acquistare anche capsule e filtri, adatti alle macchine da caffè espresso.

Inoltre, in commercio esistono macchine da caffè adatte all’orzo, che prendono il nome di orziere, queste rappresentano la soluzione più apprezzata per la preparazione del caffè d’orzo.

In conclusione è opportuno evidenziare che il caffè d’orzo più acquistato resta quello composto dal preparato solubile, poiché rappresenta la modalità di preparazione più veloce, infatti basta semplicemente sciogliere la miscela di cereali in acqua calda.

Proprietà e benefici

Il caffè d’orzo possiede numerosi benefici ad esempio rispetto ad altre bevande calde particolarmente zuccherose, può essere consumato tranquillamente anche da chi segue una dieta ipocalorica.

Questa bevanda si adatta a qualunque regime alimentare, fatta eccezione per la celiachia: l’orzo è un cereale che contiene glutine, pertanto è assolutamente da evitare per chi soffre di questo tipo di intolleranza.

Tra le proprietà più apprezzate contenute nel caffè d’orzo c’è il betaglucano, ovvero una sostanza capace di rallentare l’assorbimento dei carboidrati, andando a ridurre in questo modo il tasso glicemico.

Proprio per questo motivo, questa bevanda è particolarmente consigliata ai pazienti affetti da iperglicemia.

Il caffè d’orzo assume anche la funzione di regolarizzatore del ritmo cardiaco e aiuta a prevenire la formazione del cancro.

I minerali presenti nel caffè d’orzo come il fosforo, il silicio e il calcio, contribuiscono a rafforzare la salute delle ossa e dei denti, inoltre sembra essere particolarmente utile per conciliare il sonno e durante il periodo della menopausa: questo perché il silicio facilita l’assunzione di calcio.

C’è da dire che il caffè d’orzo è anche molto utile per il corretto funzionamento dell’apparato intestinale, infatti aiuta la digestione e stimola la produzione dei succhi gastrici; per di più sembra alleviare in modo significativo i sintomi derivanti da problemi di gastrite e reflusso, agendo come calmante dell’apparato digerente.

Inoltre, i benefici di questo cereale riguardano anche la regolarizzazione del transito intestinale e la riduzione del gonfiore addominale.

Scopri tutto sul caffè al Ginseng.

Valori nutrizionali

Il caffè d’orzo non offre una quantità significativa di energia, le uniche calorie presenti in questa bevanda sono rappresentate principalmente dai carboidrati complessi, mentre le proteine e i lipidi sono essenzialmente irrilevanti.

Per ciò che riguarda le vitamine, l’unico apporto è rappresentato dalla niacina, mentre sembra essere più rilevante la presenza di potassio e fosforo come sali minerali.

Data la sua composizione, il caffè d’orzo non presenta controindicazioni, e può essere assunto anche in caso di sovrappeso, vegetarianismo, malattie del metabolismo o intolleranza al lattosio.

Per avere un’idea più chiara dei valori nutrizionali del caffè d’orzo prendiamo in considerazione 100 ml di caffè d’orzo:

  • Valori energetici 10 kcal / 44 kj
  • Proteine 0,3 g
  • Carboidrati 2,0 g, zuccheri 0,0 g e grassi 0,0 g
  • Fibre alimentari 0,6 g
  • Sodio 0,0 g

Le migliori marche:

Nespresso

Crastan

Note D’Espresso

MUST

Ristora

Gimoka

Domande degli utenti

Quali sono le migliori marche di caffè d’Orzo?

Tra le migliori marche troviamo: Nespresso, Crastan, Note D’Espresso, MUST, Ristora, Gimoka.

Quali sono i benefici del caffè d’Orzo?

Per scoprire tutti i benefici di questa bevanda leggi: proprietà e benefici.

Quali sono i valori nutrizionali del caffè d’Orzo?

Per scoprire tutti i valori nutrizionali di questa bevanda leggi: valori nutrizionali.

  • Categoria dell'articolo:Consigli
  • Tempo di lettura:15 minuti di lettura